News

 

Medicina Narrativa: il consolidamento del rapporto medico-paziente

Quante volte abbiamo ascoltato il paradigma 'mettere il paziente al centro dell'attenzione'? Si tratta sicuramente di un pensiero condiviso e da perseguire, ma non sempre la pratica clinica, i modelli organizzativi ospedalieri e territoriali, nonchè i sistemi informativi a supporto, consentono di passare dalla teoria alla pratica. 

L'introduzione della medicina narrativa, nata negli anni novanta ma di recente diffusione, cambia la prospettiva del concetto di 'centro dell'attenzione'. E' il paziente, infatti, che attraverso la narrazione continua del suo stato di salute, consolida il legame con il team di clinici che lo hanno preso in cura. Questo 'legame' si eleva oltre la 'semplice' pratica medica, ma coinvolge aspetti della sfera emotiva del paziente, che si sente parte integrante e proattiva del proprio progetto diagnostico-terapeutico.

La possibilità di raccontare, in modalità di storytelling, le proprie reazioni fisiche ed emotive ad un trattamento ha un duplice vantaggio: il medico dispone di un quadro aggiornato sullo stato di salute del paziente e sull'efficacia delle cure prescritte; il paziente ha un dovere, morale e personale, di 'ascoltare' il proprio corpo per comunicare esiti e sensazioni a persone che lo seguono in modo mirato e dedicato.

La medicina narrativa è, inoltre, un fattore abilitante all'Evidence Based Medicine (EBM), che tratteremo nei prossimi articoli, ovvero un modello di cura basato sulle evidenze cliniche e sull'efficacia reale del piano terapeutico.

Un importante punto di attenzione è rappresentato dal tema della responsabilità. Un paziente preso in carico attraverso la pratica della medicina narrativa deve disporre di un 'contratto' con il team clinico che lo segue. La comunicazione tra tutti gli attori deve prevedere delle regole e tempistiche di ingaggio, al fine di una piena ed efficace collaborazione.

Un ulteriore focus che richiede una riflessione è come il Sistema Sanitario Nazionale potrà evolversi per abbracciare questa pratica, nell'ottica di garantire una copertura e sostenibilità economica ed organizzativa a tutte le figure in gioco: dalle Aziende Ospedaliere ai distretti territoriali, dai Medici di Medicina Generale ai singoli pazienti.

Gli strumenti informatici a supporto di questa nuova pratica medica, di certo, non mancano. La facilità di utilizzo, soprattutto in soggetti anziani maggiormente eleggibili ad un trattamento continuativo a distanza, ma meno avvezzi alla tecnologia, è una delle sfide più importanti che gli esperti di settore devono affrontare.


PRIVACY POLICY

NORME SULLA PRIVACY


Chi è il titolare del trattamento? Penta Sistemi s.r.l. con sede in Via di Ripoli, 209/G - 50126 - Firenze  nella figura di Giacomo Landi , è il titolare del trattamento di cui al successivo paragrafo e può essere contattato all’indirizzo email mail@penta-sistemi.it.

Quali dati sono trattati? Penta Sistemi s.r.l. tratta i dati anagrafici dei propri clienti e fornitori. Compilando la form di richiesta informazoni presente in questo sito internet, i dati inseriti non vengono memorizzati in alcun modo se non all'interno delle mail generate ed inviateci.

Come sono raccolti i dati personali in nostro possesso? Raccogliamo dati dei nostri clienti e fornitori, durante i normali processi di creazione delle nuove anagrafiche.

Per quali finalità sono trattati i dati? I dati dei nostri clienti e dei fornitori vengono utilizzati solamente per i fini amministrativi.

I dati raccolti vengono ceduti a terzi? I dati dei nostri clienti e fornitori non vengono in alcun modo ceduti a terzi.

Per quanto tempo vengono conservati i dati? I dati saranno conservati senza limiti di tempo per adempiere agli scopi per cui sono stati raccolti e al fine di soddisfare eventuali obblighi di legge.

Quali sono i diritti dell’interessato? L’interessato potrà in ogni momento e gratuitamente:

  1. Richiedere l’accesso ai suoi dati personali
  2. Richiedere la correzione dei suoi dati personali
  3. Richiedere la cancellazione dei suoi dati personali
  4. Richiedere la limitazione del trattamento dei suoi dati personali
  5. Richiedere il trasferimento dei suoi dati personali verso terzi
  6. Far valere il proprio diritto di reclamo presso il Garante per la Protezione dei Dati personali ove ne sussistano i presupposti

Qualora desideri avvalersi di uno dei sopra elencati diritti (eccetto punto 6), potrà comunicarcelo per iscritto alla mail mail@penta-sistemi.it.

Come revocare il consenso dei dati personali? Dal 25 maggio 2018, nella zona UE, entrerà in vigore il nuovo regolamento in materia di protezione dei dati personali o GDPR. Qualora abbia fornito il consenso al trattamento dei dati personali, può esercitare il diritto di ritirarlo in qualsiasi momento. Per revocare il consenso ci contatti via email su mail@penta-sistemi.it . Una volta ricevuta la notifica di revoca del consenso, non tratteremo più le sue informazioni per lo scopo o le finalità originariamente concordate, a meno che non ci sia un’altra base legittima per farlo.

Quali misure di sicurezza vengono adottate? Penta Sistemi s.r.l. tratterà in ogni momento i dati dell’interessato in modo assolutamente confidenziale e mantenendo l’obbligo di segretezza nei suoi confronti, in conformità con le disposizioni dei regolamenti attuativi, adottando le misure tecniche necessarie a garantire la sicurezza dei dati ed evitandone alterazione, perdita, trattamento o accesso non autorizzato, tenendo conto dello stato della tecnologia, della natura dei dati archiviati e dei rischi a cui sono esposti.

Ci riserviamo il diritto di aggiornare la presente informativa in qualsiasi momento.

Ai sensi del regolamento Ue 2016/679, noto come GDPR (General Data Protection Regulation) – relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento e alla libera circolazione dei dati personali.

[]